Come un piccolo presepe addossato ad uno sprone di marmo rosso, il paese deve il suo nome alla particolare tonalità rosata delle pietre con cui sono costruite le case e la chiesa di San Michele, colore che si accentua alla luce del tramonto.
I larghi terrazzamenti prativi che degradano verso la vallata, creano un netto contrasto con le ripide balze e i profondi precipizi che incombono sulla gola del Fiume di Corfino.
Una via del borgo, Largo Astor Piazzolla, ricorda le origini garfagnine del maestro del tango. Da qui emigrarono nel 1888, novelli sposi, i nonni materni e in Argentina nacque Assunta Manetti, madre dell’artista.

Dove Dormire

Dove Mangiare

Perchè non visitare anche: