Italiano | English | Deutsch | Aumenta + | Diminuisci -

Cerca nel sito
Siti istituzionali
Farina di Formenton otto file

Dal Granoturco (rea mais) 8 file della Garfagnana, detto anche "Formentone", macinato nei mulini ad acqua si ottiene la farina per fare la polenta gialla, alimento insostituibile presente su tutte le tavole contadine per diversi mesi all’anno.

La polenta, accompagnata dai funghi in umido, dal coniglio alla cacciatora, dal baccalà, oppure incaciata con ragù e formaggio grattugiato, profumata con una sola aringa, il "salacchin", se proprio in casa non c’era altro, era il piatto unico per eccellenza.

E per non sciupare proprio niente, finito il prosciutto, si prende l’osso, si bolle per circa tre ore con fagioli e cavolo nero aromatizzati da un soffritto di cipolla, carota, sedano aglio e una fetta di lardo, nel brodo così ottenuto si fa cuocere la farina di formenton, mestando frequentemente per altri 45 minuti.

L’infarinata, così si chiama questa polenta, è ottima sia mangiata calda sia, tagliata a fette, una volta fredda, e fritta nello strutto.

Foto del mese
Feed RSS

Stai abbandonando il sito Turismo Garfagnana. I contenuti dei siti che andrai a visitare non dipendono dalla Comunità Montana della Garfagnana. Intendi continuare?